Rapporto Osservasalute 2018


Il Rapporto Osservasalute fornisce annualmente i risultati del check-up della devolution in sanità, corredando dati e indicatori con un’analisi critica sullo stato di salute degli italiani e sulla qualità dell’assistenza sanitaria a livello regionale. Sarà possibile scaricare i numeri anche in formato elettronico direttamente nella Sezione “Rapporto Osservasalute 2018 - Tabelle”.

Vai al Rapporto Osservasalute 2018

Come stanno davvero gli italiani? Quali i dati a supporto o a commento delle notizie di attualità?

In questa sezione l’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane offrirà una vetrina e un commento ai dati del Rapporto Osservasalute, selezionando periodicamente i temi di maggiore interesse e attualità.

Focus

 

 

Come stanno davvero gli italiani? Quali i dati a supporto o a commento delle notizie di attualità?

In questa sezione l’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane offrirà una vetrina e un commento ai dati del Rapporto Osservasalute, selezionando periodicamente i temi di maggiore interesse e attualità.

Aggiornamento regionale dei nuovi casi di contagio da Covid-19 al 26 maggio 2020

Le curve mettono in luce che i nuovi casi giornalieri sono in diminuzione in tutte le Regioni, ma con intensità diversa scendendo da Nord verso Sud. La Lombardia e il Piemonte evidenziano ancora focolai epidemici attivi, pertanto sperimentano un numero ancora elevato di nuovi casi di contagio nella popolazione. Umbria, Calabria e Sardegna, invece, si trovano nella fase finale dell’epidemia caratterizzata da assenza di nuovi contagi o da singoli casi giornalieri.

 

Come stanno davvero gli italiani? Quali i dati a supporto o a commento delle notizie di attualità?

In questa sezione l’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane offrirà una vetrina e un commento ai dati del Rapporto Osservasalute, selezionando periodicamente i temi di maggiore interesse e attualità.

Le nuove proiezioni sulle date di azzeramento dei contagi da Covid-19 nelle Regioni italiane

All’inizio della fase 2 del Covid-19, l’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane ha elaborato le nuove proiezioni sulle dinamiche future dei nuovi contagi. Dalle valutazioni effettuate sembrerebbe che in alcune Regioni i contagi siano ormai prossimi all’azzeramento, in altre si potrebbe uscire dall’epidemia a partire dalla prima settimana di giugno; cinque Regioni dovrebbero vedere azzerare i contagi tra la metà e la fine di giugno. La situazione in Lombardia merita ancora particolare attenzione perché la diminuzione dei contagi procede con estrema lentezza e l’azzeramento dei nuovi casi appare ancora lontano.

 

Come stanno davvero gli italiani? Quali i dati a supporto o a commento delle notizie di attualità?

In questa sezione l’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane offrirà una vetrina e un commento ai dati del Rapporto Osservasalute, selezionando periodicamente i temi di maggiore interesse e attualità.

Aggiornamento regionale dei nuovi casi di contagi Covid-19
al 1 Maggio 2020

L’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane ha analizzato il trend dei nuovi casi giornalieri sulla base dei dati della Protezione civile rilevati dal 24 febbraio al 1 maggio 2020.

I dati osservati (linea blu) sono stati interpolati con delle curve (linea rossa) stimate, per ciascuna Regione, attraverso dei modelli di regressione con polinomi frazionari.

 

Come stanno davvero gli italiani? Quali i dati a supporto o a commento delle notizie di attualità?

In questa sezione l’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane offrirà una vetrina e un commento ai dati del Rapporto Osservasalute, selezionando periodicamente i temi di maggiore interesse e attualità.

Stop ai nuovi contagi da Covid-19 non prima di fine giugno in Lombardia e Marche

Il nuovo coronavirus SARS CoV-2 rappresenta uno degli eventi più gravi che la nostra storia ricordi dal secondo dopoguerra, una emergenza prima sanitaria, poi sociale ed economica. La pandemia ha finora contagiato circa 172 mila e 400 persone e provocato oltre 22 mila e 700 decessi in Italia. Le ripercussioni economiche saranno gravi, per cui è necessario fare scelte adeguate e tempestive. Una eccessiva anticipazione della fine del lockdown, con molta probabilità, potrebbe “riportare indietro le lancette della pandemia” e vanificare gli sforzi e i sacrifici sin ora effettuati. Per questo motivo l’Osservatorio ha effettuato una analisi per individuare non la data esatta, ma la data prima della quale è poco verosimile attendersi l’azzeramento dei nuovi contagi. Si tratta di una iniziativa che si pone l’obiettivo di fornire un ulteriore elemento di riflessione per le importanti scelte politiche dei prossimi giorni.

Come stanno davvero gli italiani? Quali i dati a supporto o a commento delle notizie di attualità?

In questa sezione l’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane offrirà una vetrina e un commento ai dati del Rapporto Osservasalute, selezionando periodicamente i temi di maggiore interesse e attualità.

Disagio mentale

Il disagio mentale è un problema che sta acquisendo sempre maggiore rilevanza a livello mondiale, tanto che le Nazioni Unite (NU) lo hanno inserito nella “Agenda Globale per lo Sviluppo Sostenibile” come uno degli Sustainable Development Goals da raggiungere entro il 2030. L'Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane ha approfondito questo tema in alcune delle sue forme o manifestazioni, attraverso i dati delle fonti ufficiali attualmente disponibili. Il quadro che emerge è quello di un fenomeno che affligge maggiormente gli anziani e le donne, è più diffuso tra le persone con basso livello di istruzione e di reddito.

 

Come stanno davvero gli italiani? Quali i dati a supporto o a commento delle notizie di attualità?

In questa sezione l’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane offrirà una vetrina e un commento ai dati del Rapporto Osservasalute, selezionando periodicamente i temi di maggiore interesse e attualità.

 AAA in Italia cercasi medici disperatamente

Nei prossimi 15 anni il Servizio Sanitario Nazionale perderà complessivamente 56 mila medici a causa dei pensionamenti, a tal proposito l'Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane ha effettuato alcune valutazioni per verificare se il sistema universitario sia in grado di rimpiazzare queste uscite. Le proiezioni effettuate indicano che con l'attuale numero di immatricolazioni e di posti nelle scuole di specializzazione si riusciranno a formare solo 42 mila medici. Per assicurare il fabbisogno necessario nei prossimi tre lustri, le Università dovranno aumentare notevolmente i posti disponibili nelle facoltà e nelle scuole di specializzazione, con un prevedibile impatto sulla organizzazione e la logistica degli Atenei.

 

Come stanno davvero gli italiani? Quali i dati a supporto o a commento delle notizie di attualità?

In questa sezione l’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane offrirà una vetrina e un commento ai dati del Rapporto Osservasalute, selezionando periodicamente i temi di maggiore interesse e attualità.

La cronicità in Italia

L’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane offre un quadro sulla prevalenza della cronicità in Italia e lo scenario futuro che si prospetterà nel nostro Paese nei prossimi 10 anni. I dati mostrano che, nel 2028, saranno 25 milioni i malati cronici e si spenderemo 70,7 miliardi di Euro per assisterli. Oggi sono le donne e i cittadini con basso livello di istruzione i più colpiti dalle patologie croniche.

 

 

Come stanno davvero gli italiani? Quali i dati a supporto o a commento delle notizie di attualità?

In questa sezione l’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane offrirà una vetrina e un commento ai dati del Rapporto Osservasalute, selezionando periodicamente i temi di maggiore interesse e attualità.

Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità 2018

In occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, che si celebra lunedì 3 dicembre, l’Osservatorio Nazionale della Salute nelle Regioni Italiane ha predisposto un focus sulla condizione delle persone con disabilità nel nostro Paese. Le analisi testimoniano che queste persone sono lasciate spesso sole, con scarsi aiuti e pochi servizi da un sistema di welfare che destina meno risorse in confronto ai Paesi guida nell’Unione Europea.

 

Come stanno davvero gli italiani? Quali i dati a supporto o a commento delle notizie di attualità?


In questa sezione l’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane offrirà una vetrina e un commento ai dati del Rapporto Osservasalute, selezionando periodicamente i temi di maggiore interesse e attualità.

Le disuguaglianze di salute in ItaliaAssorted Medication Capsules

L’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane approfondisce il tema delle disuguaglianze sociali nella salute in Italia. Il Servizio Sanitario Nazionale oltre che tutelare la salute, nasce con l’obiettivo di superare gli squilibri territoriali nelle condizioni socio-sanitarie del Paese. Ma i dati testimoniano il sostanziale fallimento delle politiche: troppe e troppo marcate le differenze regionali e sociali rispetto all’aspettativa di vita e alle condizioni di salute.

 


Come stanno davvero gli italiani? Quali i dati a supporto o a commento delle notizie di attualità?


In questa sezione l’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane offrirà una vetrina e un commento ai dati del Rapporto Osservasalute, selezionando periodicamente i temi di maggiore interesse e attualità.

Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità 2017

In occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, che si celebra domenica 3 dicembre, l’Osservatorio Nazionale della Salute nelle Regioni Italiane ha predisposto un focus sulla condizione delle persone con disabilità nel nostro Paese. Il quadro di sintesi mette in luce un ritardo del processo di inclusione delle persone con disabilità e un deficit di servizi forniti dal sistema di welfare che ricade sulle spalle delle loro famiglie sempre più in difficoltà.


Focus on

Video

Come stanno davvero gli italiani? Quali i dati a supporto o a commento delle notizie di attualità?


In questa sezione l’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane offrirà una vetrina e un commento ai dati del Rapporto Osservasalute, selezionando periodicamente i temi di maggiore interesse e attualità.

Presentazione del Rapporto Osservasalute 2018 - Direttore Prof. Walter Ricciardi

Conferenza stampa 15 maggio 2019 – Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS

 

 

 

Come stanno davvero gli italiani? Quali i dati a supporto o a commento delle notizie di attualità?


In questa sezione l’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane offrirà una vetrina e un commento ai dati del Rapporto Osservasalute, selezionando periodicamente i temi di maggiore interesse e attualità.

Come rispondere ai bisogni di salute di tutti i cittadini - Prof. Walter Ricciardi

La crescente complessità della realtà sociale ed economica rende necessarie, per orientare le scelte che condizioneranno il futuro della Sanità Pubblica e la sua sostenibilità,attente valutazioni, l’ausilio di dati statistici certi e forti capacità di analisi.

Come stanno davvero gli italiani? Quali i dati a supporto o a commento delle notizie di attualità?


In questa sezione l’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane offrirà una vetrina e un commento ai dati del Rapporto Osservasalute, selezionando periodicamente i temi di maggiore interesse e attualità.


Bilancio degli ultimi 15 anni: stili di vita e nuovi scenari - Dott. Alessandro Solipaca

Migliora la speranza di vita e la sopravvivenza dei malati, soprattutto oncologici. Peggiorano gli stili di vita, aumentano le persone in sovrappeso e restano ancora troppo pochi gli italiani che praticano attività fisica. Un quadro a tinte in chiaroscuro.

News&Eventi

I nostri rapporti

Rapporto Osservasalute 2018

Dalla A alla Z, lo stato di salute delle regioni italiane

 

 

 

Rapporto Osservasalute Ambiente

Rapporto Osservasalute Ambiente

Acqua potabile, clima, inquinamento, rifiuti: temi di grande attualità, indagati con rigore.

Rapporto Osservasalute Aree Metropolitane

Rapporto Osservasalute Aree Metropolitane

Stato di salute delle popolazioni e offerta dei servizi sanitari erogati a livello di area metropolitana delle province italiane.

Altri Rapporti

Altri Rapporti

Dalla salute della donna, alla valutazione dei punti nascita, alla prevenzione.